top of page

Donne, sesso e podcast: Valeria Montebello

di Gioia Belardinelli


“Le persone si dividono in Porno e Non Porno, se fai parte della prima categoria non avrai così tanti problemi, se fai parte della seconda, hai due strade: vivere una vita triste o fare finta di essere una persona porno. Io vivo una vita triste…”



Inizia così "Il sesso degli altri”, il primo podcast in sei puntate della giornalista Valeria Montebello scritto insieme a Stefano Bises e prodotto da Spotify Studios in collaborazione con Chora Media.


“Ho iniziato a scrivere di sesso due anni fa, non ho avuto un’illuminazione mentre bevevo tè in una notte buia e tempestosa ma da quando ho conosciuto Luca è stata l’unica cosa di cui ha senso scrivere. Scrivere di sesso è la cosa meno leggera che abbia mai fatto.”


Tempo fa su consiglio di un amico ho iniziato a sentire questo podcast, e la voce di Valeria Montebello, che potrebbe benissimo essere utilizzata per doppiare una delle serie tv americane che amavo da piccola, mi ha subito catturata. Lei, oltretutto, riesce a parlare del sesso contemporaneo trasmettendo un senso di calore e serenità, addirittura!


Il sesso, che dovrebbe essere la cosa più naturale del mondo, in quest’epoca sempre più virtuale, ci mette spesso in difficoltà e lei lo spiega con una buona dose di ironia nelle 6 puntate del podcast. Ci propone un viaggio nel mondo del sesso in un'epoca come quella attuale in cui spesso le relazioni intime sembrano avvitarsi su se stesse, e sono rese ancora più complicate da diversi fattori “esterni"


“La fruibilità estrema del sesso oggi in realtà è qualcosa che blocca e crea problemi: nessuno vuole più sudare, tutti preferiscono la comodità dello stare online, perché nella vita vera invece si deve rischiare. Il virtuale è un rifugio grazie al quale avere un piacere momentaneo”.


"Il sesso degli altri" racconta della trentenne Valeria, che dopo aver scritto un articolo sul sesso inizia a ricevere sui social messaggi da sconosciuti, che le chiedono consigli e pareri.


Ossessionata dal sesso degli altri - come lo fanno, perché, dove - dopo aver conosciuto Luca su una app, non riesce a vivere serenamente questo rapporto nascente, e piano piano scopre un mondo in cui, al di là del genere e delle preferenze sessuali, le paure e le insicurezze sono le stesse per tutti e sono tante, soprattutto nelle relazioni dal vivo.


Nel corso delle puntate Valeria ci svela, inoltre, un glossario per comprendere bene ogni termine legato al sesso contemporaneo e ai suoi fenomeni.


Insomma, vi consiglio veramente il podcast "Il sesso degli altri" per comprendere meglio una contemporaneità in cui le relazioni sono sempre più complesse.



Cos’è il microcheating? Quand’è che le emoji hanno sostituito le parole d’amore? Cosa vuol dire che il tuo ex fa orbiting e come puoi riuscire a salvarti?


Valeria Montebello in: "È solo sesso", il suo secondo podcast, si immerge nelle profondità e negli orrori del sesso contemporaneo, quello sognato, quello discusso e rappresentato sui nostri telefoni e, molto più raramente, quello fatto.


E lo fa restituendo il ritratto di una terra desolata, piena di ironia e insidie: la vita sessuale delle donne e degli uomini di oggi.


In ognuna delle 8 puntate un tema curioso sul mondo delle relazioni, dell’erotismo e dell’amore contemporaneo. Realtà raccontate anche attraverso le testimonianze e le storie della community nata dal precedente podcast della Montebello "Il sesso degli altri". D'altronde, condividere il dramma, è l’unico modo per ricordarci che, dopotutto, "È solo sesso".



Comentarios

Obtuvo 0 de 5 estrellas.
Aún no hay calificaciones

Agrega una calificación
bottom of page