top of page

Emotional eating (II^parte): come smettere di sfogarsi sul cibo?

L’ intervista a Laura Giovannini, psicologa

di Gioia Belardinelli


Mercoledì nell’intervista alla psicologa Laura Giovannini, abbiamo iniziato ad affrontare il tema del rapporto con il cibo, per capire quanto sia condizionato dai nostri stati interiori. Abbiamo spiegato cosa è la fame nervosa o fame emotiva, approfondendo la stretta e complessa connessione tra alimentazione, equilibrio psicologico ed emotivo.

Oggi proviamo a capire come disinnescare questo meccanismo dannoso per il nostro benessere psicofisico. 


Allora Laura, dopo aver capito cosa è la fame nervosa,  quindi dopo aver approfondito tutte le connessioni tra emozioni, psiche e alimentazione, la domanda che ti vorrei fare oggi, è come possiamo smettere di sfogarci sul cibo?

Smettere di sfogarsi sul cibo può essere una sfida, ma è possibile con impegno e consapevolezza. Ecco alcuni suggerimenti:

Identifica i trigger e riconosci le emozioni:

prima di raggiungere il frigorifero, fai una pausa e chiediti quale emozione stai provando. Se ti senti triste, arrabbiato, stressato o annoiato, potrebbe essere un segnale che stai cercando di sfogarti sul cibo e cerca capire quali sono le situazioni o emozioni che ti spingono a ricorrere al cibo per sfogarti. Questo può aiutarti a prevedere quando potresti essere tentato e adottare strategie preventive.

Trova alternative salutari creando una routine di auto-cura: 

dedica del tempo ogni giorno per prenderti cura di te stesso in modi che non coinvolgono il cibo e sperimenta modi e attività diverse per affrontare le emozioni e gestire lo stress. Potresti provare a fare un bagno rilassante, una sessione di yoga, la lettura di un libro, e ancora attività fisica,  una passeggiata, meditazione,  ascoltare la tua musica preferita, disegnare, scrivere in un diario o parlare con un amico. L'importante è trovare un'attività che ti aiuti a sentirti meglio senza dover mangiare.

                Mangia consapevolmente: 

impara a distinguere tra fame fisica e fame emotiva. Prima di mangiare, chiediti se sei davvero affamato o se stai cercando di sfogare un'emozione. Quando decidi di mangiare, fallo in modo consapevole. Concentrati sul gusto, la consistenza e il piacere del cibo senza distrarti con la TV o lo smartphone. Questo ti aiuterà a soddisfare il desiderio senza eccedere. 

              Crea una routine equilibrata: 

assicurati di mangiare pasti regolari e bilanciati durante la giornata per evitare la fame eccessiva che potrebbe portarti a sfogarti sul cibo. Includi una varietà di cibi nutrienti per mantenere stabili i livelli di energia e umore.

Cerca supporto: 

non avere paura di chiedere aiuto se ti senti sopraffatto. Parla con un amico di fiducia, un familiare o uno psicologo che possa aiutarti a comprendere meglio le tue emozioni e trovare modi più sani per affrontarle. 

              Sii gentile con te stesso:

ricorda che cambiare le abitudini richiede tempo e pazienza. Non ti aspettare di fare progressi perfetti da un giorno all'altro. Sii gentile con te stesso e celebrati ogni piccolo successo lungo il percorso.


La vita può essere stressante e a volte sembra che il cibo sia l'unica risposta.

Ma ci sono modi migliori e più salutari per affrontare le emozioni!

Ricorda che tutti possono avere giorni difficili, ma ciò che conta è come affronti le sfide. Con un po' di pratica e sostegno, puoi imparare a gestire le tue emozioni senza ricorrere al cibo ogni volta che ti senti giù.

Sii gentile con te stesso e prenditi cura della tua salute emotiva!

Commentaires

Noté 0 étoile sur 5.
Pas encore de note

Ajouter une note
bottom of page